Staff/ Marzo 27, 2019/ Articoli

Oggi parleremo degli occhiali da sole che negli anni 2000 hanno fatto Storia, quella con la S maiuscola, ma che ora nella moda moderna nessuno ricorda o quantomeno fa finta di aver dimenticato. I modelli di cui parleremo sono divenuti un credo per migliaia di persone e scandirono in modo indelebile la moda degli anni 2000.

Abbiamo deciso di dirveli senza fare una vera e propria classifica, ma semplicemente un elenco, perché non ce la sentiamo di dire quale fosse migliore o il peggiore tra questi modelli.

I Police alla “Beckham”

Siamo nel 2003 forse 2004 e David Beckham non è solo un calciatore molto bravo, ma è un’autentica Icona, un idolo da seguire.
Il suo taglio di capelli sempre stravagante rivoluziona lo stile di milioni di persone e tutto ciò che indossa diventa immediatamente di tendenza.
Possiamo dire con certezza che Beckham è stato uno dei primi “Influencer” della storia senza neanche saperlo, ed i suoi Police vissero un periodo di straordinario successo!

Beckham 2003-2004

I Ray Ban a mascherina

Che dire di questo occhiale fantastico! Lente semitrasparente, viso nascosto dalla montatura e via a ballare qualche pezzo HoUSe.
Nei licei di tutta italia era l’occhiale obbligatorio: cinta Carhartt, Nike ai piedi, Scarabeo e Eastpak. Non occorreva altro.

RayBan

DIOR a maschera

Se con i RayBan si aveva una mascherina con i DIOR praticamente si diventava un personaggio di Mortal Kombat. Di dubbio gusto sono diventati incredibilmente una delle mode più seguite negli anni 2000. Non si piegavano neanche e come custodia avevano una scatola della grandezza di un porta cuffie della Sony.
Per non parlare del prezzo che era più o meno quello di uno Zip di seconda mano. Ma piacevano un sacco, eccome se piacevano!

Occhiali a Maschera di Dior

I Carrera

Ultimi, ma non per grado di importanza, abbiamo deciso di mettere gli storici CARRERA! Un occhiale che da solo potrebbe descrivere una generazione.
Ne esistevano circa 350mila colori diversi, c’è chi li aveva falsi, chi li aveva rubati e chi risparmiava solo per comprarli perché l’importante era averli.

Le versioni a colori poi erano un lusso per pochi, pensate che anche la sera in discoteca avevano il loro perché! Non abbiamo mai capito il senso di andare a ballare con gli occhiali, e forse non lo ha mai saputo neanche chi lo faceva. Però questi occhiali da sole che nessuno ricorda, sono esistiti davvero e chi dimentica è complice.

Share this Post