Le meches, una delle più grandi mode degli anni 2000!

Share the love

Ogni ragazza cresciuta negli anni 2000 può raccontarvi almeno una follia fatta ai suoi capelli. C’è chi l’ha rasati, chi li ha colorati, chi ha fatto frangette strane e chi ha fatto treccine di dubbio gusto. Ma di sicuro tutte hanno fatto le meches, una delle più grandi mode degli anni 2000! Diventata quasi obbligatoria per chi voleva apparire.
L’ispirazione ovviamente non poteva che arrivare dalle Tv, in particolare dalla musica.
Artiste come Christina Aguilera, Avril Lavigne, Hilary Duff e molte altre infatti erano solite proporre uno stile di capelli totalmente nuovo ogni 2-3 settimane. Trascinando con loro milioni di ragazzine in tutto il mondo desiderose di assomigliare alla loro cantante preferita.

Christina Aguilera e le sue meches anni 2000

La moda delle meches aveva già dato i primi segnali negli anni 90 con le Spice Girls, dobbiamo dirlo. Però è negli anni 2000 che unita ad altre mode, come ad esempio quella EMO, ha dato il meglio di se scatenando la fantasia di ragazzine in tutto il mondo. Senza contare frangette incredibili e riflessi che hanno contagiato anche la moda maschile.

Maches e moda Emo

Per concludere vi ricordiamo che aver fatto i ” Colpi di sole ” non equivale a dire di essersi fatta le meches. Infatti I ” colpi di sole” vengono definiti come sfumature di colore e mirano a schiarire i capelli donando  un effetto ” tono su tono”, sono semplici riflessi che si confondono facilmente con la colorazione naturale della capigliatura.
Le meches invece sono più evidenti, le ciocche sono molto più estese. Si differenziano in quanto presentano un tono chiaro o colorato più elevato ed evidente rispetto al colore di base.

Oggi poi si dice che siano tornate di gran moda, numerose Vip infatti sembrano voler riportare nel 2021 uno stile molto 2002.

Anche perché in fondo cosa c’è di male? Che sia ieri, oggi o domani…viva le meches, una delle più grandi mode degli anni 2000!

Articoli consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *