Staff/ Maggio 7, 2019/ Ricordi anni 2000/ 0 comments

Oggi ci dedichiamo ai portachiavi più belli degli anni 2000. Colorati, stupidi e stravaganti, ne uscivano di nuovi ogni settimana e la moda di avere sempre i più originali era presente in qualsiasi scuola d’Italia, anche perché avevano un doppio uso: Portachiavi e Portacellulari. Eh già, per chi non lo sapesse negli anni 2000 i portachiavi si attaccavano anche ai cellulari!
Ora lasciamo parlare i ricordi però e vi diciamo che non ce la sentiamo di dire quale fosse il migliore, ma questi cinque sono sicuramente i più belli che ricordiamo.

L’animale che faceva la cacca

Apparentemente un semplice animaletto, ma bastava premerlo e usciva una gelatina marrone dal sedere del quadrupede che lasciava davvero poco da dover spiegare. Un oggetto così stupido e geniale che ha spopolato senza alcuna logica, ma lo avevano tutti.

Winnie The Pooh

Nelle custodie più variopinte il Winnie The Pooh al cellulare era doveroso. C’era chi faceva la collezione e ne aveva a decine, tutti diversi e partivano spesso anche gli scambi. D’altronde la moda di Winnie The Pooh per chi ha vissuto gli anni 2000 sa che è stata davvero una moda universale.

Winnie Portachiave

L’orsetto con il nome

Il portachiavi delle coppiette, lei col nome di lui e lui col nome di lei. La massima espressione di amore vero negli anni 2000 era scritta nel nome dell’orsetto che facevi fuoriuscire dalla tasca.

Gli scoubidou

Multicolori si trovavano attaccati ovunque, dagli zaini alle chiavi. I più coraggiosi si mettevano di pazienza e li creavano anche da soli. Senza tutorial di Youtube passo dopo passo grazie all’amico che li sapeva fare venivano creati sui banchi di scuola.

Gli scoubidou

Portachiavi apribottiglie

Il sogno di ogni alcolista si avverò nei primi anni 2000. Utilissimi e multicolore rientrano ancora oggi tra gli oggetti più utili degli anni 2000!

Se ne conoscete di altri segnalateli alla nostra pagina facebook

https://www.facebook.com/vivaglianniduemila/

Share this Post

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*